Archivio tag: vincenzo bosica

L’uomo perfetto o l’uomo da sposare?

Share Button

luomoperfettoFino a qualche tempo fa, ebbene sì ho la mia età e purtroppo ricordo i tempi andati dei miei genitori, il sogno di ogni donna/ragazza era quello di trovare l’uomo che l’avrebbe sposata e che avrebbe sostenuto il peso della famiglia.

Per fortuna, o purtroppo come direbbe mia nonna che ancora si chiede che cosa avranno “pe ‘i capo” (idioma toscano per dire “nella testa”) le ragazze di oggi, il desiderio di una fanciulla è tornato, da quello realistico di un uomo capace di provvedere economicamente a lei, a quello più fantasioso e da sempre decantato del principe azzurro.

Non un principe azzurro, ma il Principe Azzurro

Colui che è virtualmente in grado di leggere nei pensieri e
di esaudire ogni tua richiesta, ancora prima di essere in grado di comprendere di cosa hai bisogno.

E nel libro di Bosica, seguendo le vicende del protagonista, scopriamo come il lavoro del Principe Azzurro sia possibile, anche se può essere solo limitato nel tempo, perché difficile, sfiancante e necessita di una dedizione assoluta.

Presente anche una serie di descrizioni femminili acute e ben delineate, che ahimé, possiamo anche ritenere eccessive e caricaturali, ma nelle quali ho riconosciuto alcune mie amiche e una delle figure descritte mi somiglia addirittura poi in modo particolare.

E questo mi ha fatto riflettere…

Cielo non sarà che anch’io sono così nevrotica, esigente, intransigente, indisponibile ed indisposta, tanto da allontanare qualunque essere umano di genere maschile, che tenti di avvicinarmi, e potendolo fare solo l’uomo perfetto, a lui richiedo di ricoprire il ruolo di parafulmini?

A parte gli scherzi, il punto di vista di un uomo, dell’autore Vincenzo Bosica, mette ben in evidenza elementi distopici dell’animo femminile, che erroneamente cerca la perfezione e la soddisfazione assoluta al di fuori del proprio se, chiedendo ad un altro essere umano di completare le sue lacune, mancanze e difficoltà. Il tutto ovviamente con una buone dose di risate (più di una volta ho rischiato di svegliare mio marito) ed un sorriso che non ha abbandonato il mio volto durante tutta la lettura di questo libro.

Mi è piaciuto insomma, arguto e sottile, capace di far sorridere (e ridere) ma anche di far riflettere su alcuni aspetti e perché no, anche di suggerire una soluzione alle relazioni spesso complicate fra uomo e donna.

Quando ho letto dell’uscita di questo libro, in un genere totalmente diverso, rispetto al suo precedente, Irregolare (2010) di tipo cyberpunk, ho avuto qualche dubbio… ma il video che ha accompagnato il lancio del libro mi ha incuriosito e la lettura è stata divertente.

Devo ammetterlo, Vincenzo Bosica è un autore che avrei voluto leggere nelle edizioni della FRATINi editore, e che continuerò a seguire.

Perché leggere L’uomo perfetto…

Se sei una donna con sense of humor che sa ridere (e riflettere) sulle sue piccole manie ed idiosincrasie sul controllo/gestione del proprio partner, notevoli gli spunti e le idee

Se sei un uomo che sogna di diventare l’uomo perfetto non solo della sua partner ma anche di tutte le donne che incontra, potresti scoprire come sia difficile riuscirci oppure potresti trovare la tua vera vocazione

Per chi non è questo libro

Se sei una donna convinta di avere sempre ragione e che si prende troppo sul serio, lascia perdere, potresti rimanere sconvolta da come un uomo sia capace di burlarsi delle tue fissazioni e di descriverle

Se sei un uomo convinto di avere tutte le donne ai tuoi piedi e sei convinto di conoscere tutti i trucchi, allora NON hai bisogno di questo libro, tu sei già l’uomo perfetto!

una voce dalla redazione :-)

http://www.edizionitabulafati.it/luomoperfetto.htm
http://www.amazon.it/Luomo-Perfetto-Nuove-Scritture-ebook/dp/B00DVL8NUY/ref=sr_1_2

L’UOMO PERFETTO di Vincenzo Bosica
Edizioni TABULA FATI, 2013
[ISBN-978-88-7475-332-1]
Pag. 152 – € 10,00
Share Button

Irregolare di Vincenzo Bosica a Firenze

Share Button

irregolareLa rassegna letteraria “le parole e l’autore”, in corso alla Libreria Punto Einaudi, in Via Guelfa 22/A rosso a Firenze, ospita il giovane scrittore abruzzese Vincenzo Bosica e il suo romanzo cyberpunk IRREGOLARE giovedì 19 maggio alle ore 17,30. Introduce alla presenza dell’Autore il Prof. Carlo Bordoni. Il romanzo è stato scelto dal programma Caterpillar in onda su RaiRadio 2 per le “regioni del cuore”, rassegna non competitiva di scrittori emergenti da tutte le regioni d’Italia e come opera per la regione Abruzzo partecipa al Salone del Libro di Torino 2011.

Breve biografia di Vincenzo Bosica. (Pescara 1977) E’ un giovane autore la cui creatività ricca e sfaccettata lo spinge spesso ad approfondire aspetti dell’esistenza tutt’altro che banali. Sostenuto da un percorso di studi scientifici e filosofici, è attratto da quanto è misterioso, eccentrico e indecifrabile; dagli sviluppi spesso straordinari a cui potranno condurre le scoperte scientifiche; dalla direzione che prenderà il futuro; da quanto e come l’uomo sarà capace di adattarvisi. Il suo primo racconto, Capsule (“IF- Insolito e Fantastico”, n.2/2009), è quasi un saggio sulla scienza moderna declinato con ironia e uno stile personalissimo, che gli giova grandi consensi di pubblico e di critica. Irregolare è il suo primo romanzo, ambientato in un futuro non troppo distante e non troppo inverosimile.

Ulteriori informazioni sull’Autore: http://irregolare-sf.blogspot.com/

Share Button

L’irregolare a Metropolis

Share Button

metropolisMETROPOLIS, Torino futura, mostra collettiva di giovani artisti torinesi sulla “Città nella Fantascienza” nell’ambito delle iniziative di Torino Capitale Europea dei Giovani 2010 (Torino 2010 European Youth Capital) finanziate dal Ministero della Gioventù è un’esposizione che viene inaugurata domenica 24 ottobre nello Spazio Mu.fant in Via Luni 195 a Torino, con l’impiego di mezzi espressivi differenti che vanno dalla fotografia al cinema, dalle installazioni fino alla letteratura ed è visitabile fino al 20 dicembre 2010. Il ricco programma della manifestazione prevede dalle 15,30 alle 17,00 l’inaugurazione e la visita guidata a Metropolis e l’incontro con gli artisti che hanno preso parte alla mostra e alle 17,30 la presentazione di “IRREGOLARE“, romanzo di fantascienza  cyberpunk  (Ed. Solfanelli 2010) del giovane abruzzese Vincenzo Basica, con tavole tematiche realizzate dall’autore stesso, già noto alla critica con il racconto “Capsule”, saggio sulla scienza moderna (“IF-Insolito e Fantastico”, n.2/2009. La trama di “Irregolare” si svolge in un mondo iper-tecnologico, una società ormai disumanizzata dalle macchine, in cui la vita media ha superato il secolo grazie agli impianti cibernetici sostitutivi e potenziati e dove il collasso demografico è scongiurato con l’introduzione di una direttiva internazionale, che dispensa un Permesso di Procreazione solo in caso di un nuovo decesso.

irregolareIdentità personali registrate e codificate digitalmente creano una traccia informatica unica e indelebile e nessuno può sfuggire al sistema elettronico. Ma ecco che un omicidio scuote Shaun Morrison, detective poco incline alla disciplina imposta dal corpo di polizia, che indagherà sul caso con tutti i mezzi tecnologici a disposizione fino a trovarsi davanti a qualcuno che va oltre la Legge, oltre la normalità, oltre le regole: un irregolare. Le vicende narrate da Basica sono ambientate in un futuro non troppo distante e non troppo inverosimile e faranno riflettere i lettori sull’eventualità che la nostra società possa ritrovarsi davvero senza valori ed umane emozioni. La lettura di “Irregolare” è un’occasione da non perdere e ci immette in un percorso espositivo dedicato alle metropoli nella storia della fantascienza, alle città futuristiche immaginate dai più noti autori e registi del fantastico. Informazioni sull’autore: http://irregolare-sf.blogspot.com/

Share Button