Archivio tag: uomo perfetto

L’uomo perfetto o l’uomo da sposare?

Share Button

luomoperfettoFino a qualche tempo fa, ebbene sì ho la mia età e purtroppo ricordo i tempi andati dei miei genitori, il sogno di ogni donna/ragazza era quello di trovare l’uomo che l’avrebbe sposata e che avrebbe sostenuto il peso della famiglia.

Per fortuna, o purtroppo come direbbe mia nonna che ancora si chiede che cosa avranno “pe ‘i capo” (idioma toscano per dire “nella testa”) le ragazze di oggi, il desiderio di una fanciulla è tornato, da quello realistico di un uomo capace di provvedere economicamente a lei, a quello più fantasioso e da sempre decantato del principe azzurro.

Non un principe azzurro, ma il Principe Azzurro

Colui che è virtualmente in grado di leggere nei pensieri e
di esaudire ogni tua richiesta, ancora prima di essere in grado di comprendere di cosa hai bisogno.

E nel libro di Bosica, seguendo le vicende del protagonista, scopriamo come il lavoro del Principe Azzurro sia possibile, anche se può essere solo limitato nel tempo, perché difficile, sfiancante e necessita di una dedizione assoluta.

Presente anche una serie di descrizioni femminili acute e ben delineate, che ahimé, possiamo anche ritenere eccessive e caricaturali, ma nelle quali ho riconosciuto alcune mie amiche e una delle figure descritte mi somiglia addirittura poi in modo particolare.

E questo mi ha fatto riflettere…

Cielo non sarà che anch’io sono così nevrotica, esigente, intransigente, indisponibile ed indisposta, tanto da allontanare qualunque essere umano di genere maschile, che tenti di avvicinarmi, e potendolo fare solo l’uomo perfetto, a lui richiedo di ricoprire il ruolo di parafulmini?

A parte gli scherzi, il punto di vista di un uomo, dell’autore Vincenzo Bosica, mette ben in evidenza elementi distopici dell’animo femminile, che erroneamente cerca la perfezione e la soddisfazione assoluta al di fuori del proprio se, chiedendo ad un altro essere umano di completare le sue lacune, mancanze e difficoltà. Il tutto ovviamente con una buone dose di risate (più di una volta ho rischiato di svegliare mio marito) ed un sorriso che non ha abbandonato il mio volto durante tutta la lettura di questo libro.

Mi è piaciuto insomma, arguto e sottile, capace di far sorridere (e ridere) ma anche di far riflettere su alcuni aspetti e perché no, anche di suggerire una soluzione alle relazioni spesso complicate fra uomo e donna.

Quando ho letto dell’uscita di questo libro, in un genere totalmente diverso, rispetto al suo precedente, Irregolare (2010) di tipo cyberpunk, ho avuto qualche dubbio… ma il video che ha accompagnato il lancio del libro mi ha incuriosito e la lettura è stata divertente.

Devo ammetterlo, Vincenzo Bosica è un autore che avrei voluto leggere nelle edizioni della FRATINi editore, e che continuerò a seguire.

Perché leggere L’uomo perfetto…

Se sei una donna con sense of humor che sa ridere (e riflettere) sulle sue piccole manie ed idiosincrasie sul controllo/gestione del proprio partner, notevoli gli spunti e le idee

Se sei un uomo che sogna di diventare l’uomo perfetto non solo della sua partner ma anche di tutte le donne che incontra, potresti scoprire come sia difficile riuscirci oppure potresti trovare la tua vera vocazione

Per chi non è questo libro

Se sei una donna convinta di avere sempre ragione e che si prende troppo sul serio, lascia perdere, potresti rimanere sconvolta da come un uomo sia capace di burlarsi delle tue fissazioni e di descriverle

Se sei un uomo convinto di avere tutte le donne ai tuoi piedi e sei convinto di conoscere tutti i trucchi, allora NON hai bisogno di questo libro, tu sei già l’uomo perfetto!

una voce dalla redazione :-)

http://www.edizionitabulafati.it/luomoperfetto.htm
http://www.amazon.it/Luomo-Perfetto-Nuove-Scritture-ebook/dp/B00DVL8NUY/ref=sr_1_2

L’UOMO PERFETTO di Vincenzo Bosica
Edizioni TABULA FATI, 2013
[ISBN-978-88-7475-332-1]
Pag. 152 – € 10,00
Share Button

Alla scoperta di un nuovo mondo di libri… in ogni senso :)

Share Button

goodmooningNon credevo… Hai presente quando qualcuno ti porta a vedere un film che non conosci e rimani folgorato dalla storia, dai personaggi, dagli attori…

Mi sta succedendo proprio così. Costretto, per motivi di lavoro, si fa per dire, a leggere.  Mi sto muovendo all’interno di un universo parallelo al mio, fatto di libri, di autori, di piccoli e medi editori che non hanno nulla da invidiare alle grandi realtà editoriali. Alcuni esempi?
I due libri di Vincenzo Bosica: Irregolare (2010) di cui hai avuto modo di leggere in questo blog e L’uomo perfetto (2013), di cui riferirò in modo approfondito la prossima settimana in un articolo. E infine il libro di Stefano Saldarelli: GoodMooning, da cui è tratta la foto della cartolina “Houston I have a problem!”.

Mi sorge un dubbio, se questi autori, queste case editrici dovessero diventare famose… il loro prodotto ne risentirebbe in qualità?
Mi viene in mente un noto scrittore di cui ho venerato le prime edizioni e di cui adesso non compro più nulla, perché quello che leggo di lui appare scontato, già letto, in modo automatico.

Auguro a coloro che ho citato che non avvenga così…anche se allo stesso tempo auguro ai medesimi di diventare altrettanto noti e famosi come lo scrittore che, ahimè, io non leggo più, ma che ugualmente spopola sulle bancarelle e nelle librerie (offline ed online).

Rimane il fatto che il mare in cui sto nuotando questa estate non è solo quello reale, ma soprattutto quello metaforico “delle scritture” di un mondo favoloso e fantastico di idee.

Una voce dalla redazione :-))

Share Button