Archivio tag: scultura

Anthony Moman. Oh my God!

Share Button

anthony_momanAl Lu.C.C.A. Lounge e Underground in Via della Fratta, 36 Lucca è stata ufficialmente inaugurata l’originale mostra dell’artista inglese Anthony Moman, visitabile fino al 28 agosto 2011.  Ironia e sguardo disincantato sulla società sono il fil rouge dell’esposizione “Anthony Moman. Oh my God!”, a cura di Maurizio Vanni. L’artista inglese si è misurato sul tema dell’umorismo attraverso 26 opere, tra cui una scultura, per darci la sua personale visione del mondo e mettere a nudo la realtà contemporanea. Quello che intesse Moman è però un racconto più ideale che reale: sono mondi possibili, ma improbabili dove alcuni personaggi si muovono come se fossero attori senza copione di un teatro dell’esistenza. Figure con abiti ecclesiastici sono fatte muovere, attraverso un sottile uso dell’ironia, in contesti atipici e non convenzionali che fanno riflettere lo spettatore: “l’ironia – dice Moman – perfeziona e completa il mio linguaggio espressivo perché aiuta a riflettere e fa pensare. Con l’ironia posso esprimere messaggi ed emozioni con la certezza di avere un riscontro assolutamente soggettivo dalle persone che partecipano i miei lavori. L’ironia permette, attraverso l’utilizzo di allegorie, metafore e composizioni al limite del grottesco, grande libertà espressiva e un importante coinvolgimento emotivo e cerebrale”. Grazie all’ironia Moman riesce a mettere a fuoco un mondo immaginifico che non può cogliere un aspetto del reale senza esasperarne qualche elemento o senza rivelarne il suo aspetto contrario. Ecco allora che per mezzo di metafore di vita e di scherzose allusioni fanno la loro comparsa una serie di personaggi in abito talare, ognuno con la propria storia, verosimile o meno, da raccontare. Il senso dell’umorismo, esaltato da racconti pittorici e da composizioni dove l’utilizzo della luce, del segno e del colore non è certo lasciato al caso, permette all’artista di penetrare la tangibilità delle cose e degli uomini fino alla loro più intima e inconfessabile essenza, mostrandone i limiti, confini e aspetti inediti.(Comunicazione di Michela Cicchinè)

Note biografiche

Anthony Moman è nato il 3 giugno 1966 a Londra. Fin da piccolo non si è mai separato dal suo blocco da disegno. Si è diplomato in Arte e Design al St. Albans College. Suo padre (un medico di famiglia) lo ha incoraggiato a intraprendere altre carriere: Moman è stato un pubblicitario, un agente immobiliare e un operatore del mercato finanziario.

Alla fine è tornato al suo unico vero amore realizzando una serie di sculture in bronzo e alluminio battuto e poi dipingendo ad olio. Con la sua giovane famiglia si trasferisce da Londra a Lucca nel 2004. La casa in cui vive è una villa del XII sec., dove Dante ha risieduto dal 1311 al 1313, e il suo studio è l’antica cappella di famiglia. In questi ultimi anni Anthony ha venduto la sua arte col passaparola a collezionisti privati e aziendali.

Un incontro fortuito con lo scultore americano Harry Jackson nella sua casa di Pietrasanta nel 2009 lo ha spinto a fare un salto nel buio. L’incoraggiamento molto vigoroso di Harry Jackson e l’incontro casuale con Maurizio Vanni si sono concretizzati nella sua prima mostra presso il museo Lu.C.C.A. Purtroppo Anthony non ha potuto dimostrare a Jackson quanto profondamente è stato influenzato dal loro incontro, in quanto Harry Jackson è deceduto il 25 aprile 2011

Per info:
Lu.C.C.A.
via della Fratta, 36 – Lucca
tel. 0583 571712 / fax 0583 950499
www.luccamuseum.com
info@luccamuseum.com

Addetta Stampa Lu.C.C.A.
Michela Cicchinè tel. +39 0583 492180 mob. +39 339 2006519
m.cicchine@luccamuseum.com

Share Button

Le ragioni dell’incanto di Luciano Pera

Share Button

incantoIl “Museo Ugo Guidi” e gli “Amici del Museo Ugo Guidi – Onlus” presentano per la XIII Settimana della Cultura promossa dal Ministero dei Beni Artistici e Culturali la mostra dell’artista Luciano Pera dal titolo “Le Ragioni dell’Incanto” A cura e presentazione di Enrica Frediani, con l’intervento di Raffaello Beroli. La mostra allestita nel “Museo Ugo Guidi” ( MUG) di Forte dei Marmi – Via M. Civitali 33 a Vittoria Apuana – e presso il Logos Hotel – Via Mazzini 153 Forte dei Marmi, sarà inaugurata Sabato 2 Aprile alle ore 17 al MUG. La visita della mostra, che durerà fino al 27 Aprile  2011, e del museo nei giorni successivi all’inaugurazione, ad ingresso libero, sarà possibile solo su appuntamento al 348-3020538  o museougoguidi@gmail.com. Al Logos Hotel tutti i giorni  con orario 10-23. Venerdì 15 aprile per la XIII settimana della cultura il MUG resterà aperto dalle 17 alle 19.30. Così scrive dell’artista lucchese, scultore e pittore di matrice surrealista, Enrica Frediani:”Nell’atto creativo Luciano Pera pare porsi in una dimensione spazio-temporale che lo colloca al centro di un’entità cosmogonica dalla quale capta memorie indefinite, presenze antropomorfe e stratificazioni storiche che rappresentano la cifra di un impulso creativo istintivo e visionario. L’artista rielabora incanti e significati trasportando in pittura, grafica e scultura rifenrimenti strutturali di natura biologica, antropologica, arcaica e primitiva. Suggestioni e informazioni percepite e carpite alle culture del passato si sviluppano ora in elementi fortemente dinamici dove il dato simbolico è volutamente portato sulla scena della rappresentazione quale fattore determinante per la comprensione dell’opera. Il coinvolgimento che ne deriva è radicale e sostanziale. L’originario significato votivo del reperto primitivo subisce, nell’opera di Pera, una trasmutazione di evocazioni, raggiungendo nella solennità del messaggio, riferimenti ironici e grotteschi che sdrammatizzano la sacralità dell’idolo che ha ispirato l’artista come in Venus rouge, Le Grand Penitent, La Gardienne des ètoiles, Crocodonna, femme masque, dove i simboli sacri femminili divengono elementi decorativi”.  La Mostra è realizzata con il contributo di Logos Hotel Forte dei Marmi – Co.M.P.A.S.S. Massa – Banca CC Versilia Lunigiana, e l’adesione del Comune di Montignoso – Comune di Forte dei Marmi – Italia Nostra sez. Massa-Montignoso – Piccolo Teatro della Versilia – Fondazione Peccioliper; con il patrocinio dell’Unione Europea, dell’International Council Of Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia. Partner per le Lettere e le Arti: La Parentesi della scrittura   Media Partner: La Parola – Reality. Nell’immagine a corredo della notizia:   L’opera di L. Pera “Pulsione Vitale” – puntasecca, pastello ritoccato.

Share Button

Lluís Cera Bernad

Share Button

lluis_ceraPresso la sede di IMMAGINARIA arti visive gallery di Firenze in via guelfa 22/a rosso  il 17 marzo 2010 dalle ore 19,oo alle 22,oo si inaugurerà la personale dello scultore spagnolo Lluís Cera “Anime senza controllo numerico“, che resterà aperta fino al 29 aprile 2010. In una nota di Giuseppe Curonici è detto che: “La forza dell’artista si rivela nelle sue opere nella capacità di sentire con personale sintesi creativa i materiali e le forme grezze, accanto alle forme più immateriali, i linguaggi della musica o della parola, che dall’esterno collettivo e dai condizionamenti storici cosi profondamente stanno a discutere con la propria interiorità”. Per vedere una serie di sculture dell’artista si rimanda al suo sito personale http://www.webpersonal.net/cera/  Un profilo della Galleria Immaginaria è presente anche sul sito “La parentesi della scrittura” alla page 1/2010 di People&Friends.

Share Button