Archivio tag: roma

Hora Felix

Share Button

hora_felixL’associazione culturale VITA ROMANA in collaborazione con Espera Libreria Archeologica  organizza,  nell’ambito della rassegna HORA FELIX: un aperitivo con la storia,  la conferenza “Roma da ricordare: i sogni di E.Roesel Franz” venerdì 18 febbraio, alle ore 19,00  Alla conferenza seguirà un aperitivo di cucina del XIX secolo e per una migliore organizzazione dell’evento è raccomandata la prenotazione a info@vitaromana.it oppure info@archeologica.com

E’ possibile leggere maggiori dettagli su  http://www.vitaromana.it/sito/eventi/57-hora-felix-un-ape… dove è riportato l’intero programma degli incontri previsti per il 2011.

Share Button

La Memoria dell’Arte

Share Button

Presso la Libreria Archeologica in via Sannio 42 d-e a Roma la Dr. Grazia Maria Bulgarelli del Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini” martedì 21 dicembre alle ore 18,3o presenta il volume “La Memoria dell’Arte. Le pitture rupestri dell’Acacus tra passato e futuro” (All’Insegna del Giglio, 2008) a cura di Savino di Lernia, Daniela Zampetti (Sapienza – Università di Roma). AGADEZ sarà presente con prodotti di artigianato tuareg. Zakaria Yahaya  – ”forgeron”del Niger – fornirà informazioni sulle tecniche di lavorazione dei gioielli e gli usi del popolo tuareg. Verra’ inoltre offerta una degustazione di thè preparato secondo la tradizione. Ingresso gratuito.  Per info sull’evento:   Espera srl. tel. 06/70451648  info@archeologica.com

Share Button

Constant flow di Angela Chiti a Roma

Share Button

angela_chiti_0Presso l’Area Culturale della Casa Internazionale delle Donne, in Via della Lungara, 19 a Roma il 2 dicembre alle ore 18,00 è inaugurata la mostra fotografica di Angela Chiti, Constant flow. Nel testo critico di Sonia Zampini, posto a corredo della mostra, si legge qualche tratto: “Prima che diventi mare, la nostra espressione, la nostra parola è stata goccia in grado di scavare pietre.

Ha percorso sentieri di fiumi, vallate di laghi e tortuosità di ruscelli, ha lambito la fermezza delle coste a cui ha costantemente opposto la necessità impellente di assecondare la sua natura e quindi di andar via, di scorrere come un costante fluire tra terre e luoghi, età e ragioni fino ad arrivare ad essere mare, distesa maestosa ed enorme. angela_chiti_1Femminea porzione di terra che, dalla luce degrada verso il buio intimo della percezione del suo sentire, per poi tornare in superficie e mostrarsi attraverso il moto del suo frangersi, i suoi rivoli vorticosi, le scie luminose di percorsi di luce […]”

La mostra è aperta fino al 18 dicembre 2010.
Per ulteriori informazioni: 06/68401720 sito ufficiale dell’artista
http://www.angelachiti.com/

Share Button