Archivio tag: immaginaria arti visive gallery

Trattenere i mondi di Friederike Oeser

Share Button

mondi_oeserAlla Immaginaria Arti Visive Gallery di Firenze in Via Guelfa 22/a rosso venerdì 24 giugno 2011 alle ore 18.00 viene inaugurata la mostra “trattenere i mondi” di Friederike Oeser. L’esposizione resta aperta fino al 30 luglio 2011 con orario lun.-sab. 9/13-15.30/19.30-dom. 16/19.30. Il catalogo è a cura del Museum Villa Haiss, Zell A.H. Walter Boschoff Galerie, Berlin. Per info galleriaimmaginaria@alice.it

Breve profilo dell’Artista: Friederike Oeser  vive e lavora a Monaco.
Ha lavorato come grafico pubblicitario a  Monaco e Londra. Dal 1989 ha iniziato la sua attività artistica e dal 2000 è anche docente di Disegno Libero all’Accademia delle Belle Arti  di Monaco. Tanti i suoi viaggi e soggiorni di lavoro all’estero (gli ultimi in Tailandia e Stati Uniti). Il suo lavoro si può definire fondamentale: si attua in un processo giocoso che caratterizza, nel suo mondo, spunti narrativi e apertura a tante interpretazioni spontanee. Questo suo modo di lavorare non è tipico dello studio, ma nello spazio aperto.  Lo studio è invece il luogo dove progetta i suoi viaggi, in funzione della sua ricerca artistica. La  sua vita è all’insegna della mobilità ed il suo viaggiare è il vero contenuto della sua opera. Lo spostarsi libero di fermarsi per dare tempo all’occhio curioso di assimilare ed elaborare è quello che lo ha colpita: tanti piccoli mondi,  tante sottigliezze e ogni occasione per entrare nello spirito delle cose sino ad appagare la propria ricerca.   Nelle sue opere non vengono descritte le evidenze. La realtà è dissolta e le forme che ne derivano vengono ricomposte in modo diverso da consentire ad ogni spettatore   una interpretazione assolutamente personale. I suoi lavori possiedono la qualità di sollecitare direttamente o indirettamente nuove scoperte. Le  sue opere, tutte su carta,  vivono di colori chiari e freschi, in un  linguaggio nuovo e coinvolgente. La lettura delle opere  di Friederike Oeser richiede concentrazione e passione, quelle che l’artista mette nella fase creativa.
Le mostre personali:
Monaco, Ebersberg, Wasserburg/ Inn, Amburgo, Dresda, Los Angeles, Cracovia, Wiesbaden, New Mexico e Firenze (per la prima volta).
Le partecipazioni a fiere internazionali:
Karlsruhe, Rosenhaim, Los Angeles, Seoul, Santa Fé, San Francisco, Vilnius e Vigo.

Share Button

Incanto senza tempo a Firenze e a Berlino

Share Button

incantoIncanto senza tempo è il titolo delle mostre personali di Cesare Reggiani che si inaugurano sabato 21 maggio 2011 alle ore 18,00 nella Galleria Immaginaria di Firenze, in Via Guelfa 22/A rosso e venerdì 27 maggio nella sede di Berlino, Linienstr. 121 La mostra è curata da Paola Facchina. Nel catalogo si legge un  profilo dell’arte di Reggiani: “Nell’opera di Reggiani il mondo si fa immobile, ogni cosa appare come se fosse sospesa nel tempo: animali poco addomesticabili come l’istrice, lo stambecco, il ghepardo o il rinoceronte, sembrano aver raggiunto uno stato di alterità che noi andiamo anelando. Il cilindro o l’arco, curiosamente troncato, suggeriscono la base matematica dell’arte del costruire. Questi oggetti hanno aspetti geometrici ben definiti, ma enigmatici accostamenti fra forme animate e inanimate creano il fascino di una pittura che potremo accostare alla metafisica per la sua capacità di portarci in paesaggi inesistenti, che vanno appunto al di là dell’esperienza del sensibilie, della realtà empirica che possiamo raggiungere con i nostri sensi, rispondendo forse al nostro desiderio di “incontro perfetto” tra natura delle cose e pensiero.[…] Incanto senza tempo può essere sentimento del finito e dell’infinito, dell’essenza o della sostanza, dell’immaginazione o della realtà, poetica pittorica degli attimi sospesi, con coincidenze e affinità tra passato, presente e futuro” . A Firenze la mostra resterà aperta fino al 22 giugno 2011.  Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale di Immaginaria Arti Visive Gallery.  Scarica l’invito della mostra.

Titolo dell’opera in alto a sinistra: Laguna della fregata

Share Button

Viaggio al termine della forma

Share Button

termine_formaLa Galleria Immaginaria con sede a Firenze (via Guelfa 22/r) e Berlino (Liniestr. 121), inaugura nella sua sede fiorentina giovedì 31 marzo alle ore 18,00 la mostra collettiva: Viaggio al termine della forma (=Collettiva Letture). La mostra si articola in tre diverse sezioni, ognuna con una sua specificità, accomunate da una indagine espressiva che evidenzia un percorso espositivo di opere astratte. Viaggio al termine della forma evidenzia proprio la natura astratta delle opere attraverso le prospettive multiple dei singoli artisti. Le tre sale espositive accolgono rispettivamente: gli artisti storici della Galleria (Luca Brandi, Valérie Buffetaud,  Tommaso Cascella, Paolo Caponi, Lluis Cera, Fernando Cucci, Gianni Dorigo, Maria Pia Mancini, Cornelia Klein, Pasquale Prencipe, Walter Puppo, Gianna Scoino, Eliana Sevillano,  Andrea Stella, Ottavio Troiano, Gianni Villoresi) e le nuove proposte ( Akronos, Giacomo Bastiani, Danilo Fiorucci,  Maria Fischbacher, Cristina Gozzini,  Franco Massanova, O’ Lara Nura, Nicoletta Solomon, Ttzoi, Carla Volpati). La mostra sarà visibile fino al 20 aprile 2011, secondo il seguente orario: Lun-Sab. 29.30-13.30/ 15.30-19.30 e dom. 16.30-19.30.

Share Button