Archivio tag: archeologia e arte antica

De prospectiva pingendi di Piero della Francesca

Share Button

pingenti
Aboca Museum Edizioni, in collaborazione con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana e con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti, dell’Ordine degli Ingegneri e del Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Milano, presenta venerdì 15 aprile ore 18.00 presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana in Piazza Pio XI, 2  a Milano il facsimile del manoscritto De prospectiva pingendi di Piero della Francesca, illustre artista di Sansepolcro, nel quale sono tracciate le basi della nuova prospettiva geometrica rinascimentale. Nel trattato, composto verosimilmente tra il 1472 e il 1475, è proposta una serie di problemi di riduzione prospettica, dai più semplici ai più complessi, studiati in modo da introdurre gradatamente alla nuova tecnica con dimostrazioni pratiche.

L’Artista pone una serie di quesiti e risponde con la costruzione della prospettiva tramite disegni geometrici e illustrazioni. Il pregiato facsimile realizzato da Aboca Museum Edizioni, ripropone il trattato conservato nella Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia (Ms. Regg. A 41/2, XV secolo), con tutta la maestosità della nobile legatura e dei cento disegni autografi di Piero, elementi che costituiscono un valore aggiunto per quest’opera di notevole importanza storica, artistica e scientifica. Aboca Museum Edizioni conferma, con questa pubblicazione artistica la volontà di valorizzare la cultura storica del proprio territorio, la Valtiberina Toscana, affiancando l’interesse classico per le piante medicinali.

Scarica l’invito deprospettiva
Presentando questo coupon ti sarà consegnato in omaggio il libro: Luca Pacioli tra Leonardo e Piero della Francesca.
Info:
ufficiostampa@aboca.it

Share Button

Notti dell’archeologia a Siena

Share Button

L’appuntamento annuale a Siena con Le Notti dell’Archeologia si svolgerà dal 10 al 31 luglio 2010 e vede il complesso museale di Santa Maria della Scala aderire alle principali iniziative promosse da Amat (Associazione per i Musei Archeologici della Toscana), Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e Regione Toscana. In particolare il programma prevede, quest’anno, una piccola esposizione, che si inserisce nel tema “La Toscana e i suoi grandi archeologi” promosso da Amat, dedicata a Bonaventura Chigi Zondadari, una delle personalità più significative della Siena dell’ultimo quarto dell’Ottocento. La mostra senese, che focalizzerà l’attenzione sull’importanza di Chigi Zondadari come archeologo e sull’omonima collezione conservata nel museo, fa parte di un ciclo più ampio di esposizioni dedicate a Bonaventura Chigi Zondadari, che coinvolge anche i musei archeologici di Colle di Val d’Elsa, Casole d’Elsa e San Gimignano. A Chigi Zondadari sarà dedicata anche la conferenza che si terrà giovedì 22 luglio alle ore 21. La mostra resterà aperta fino al 31 luglio con orario 10,30-18,30. In calendario, inoltre, l’apertura straordinaria notturna del museo archeologico venerdì 16 luglio, con visita guidata alle ore 21.30; e che sarà riproposta anche per il 22 e 29 alle ore 17. Mentre venerdì 23, alle ore 21.15, nei locali del museo sarà allestito lo spettacolo itinerante La bella Addormentata (compagnia Archètipo, regia di R. Massai), che si inserisce all’interno della rassegna teatrale Archeologia narrante. Le Notti si concluderanno venerdì 29 luglio, alle ore 21, con la conferenza di Marco Cavalieri, docente dell’Università di Lovanio (Belgio), “Il passaggio tra Antichità e Medioevo in Valdelsa alla luce dei più recenti dati archeologici dalla villa di Aiano-Torraccia di Chiusi”. Tutte le iniziative e l’accesso al museo archeologico durante Le Notti dell’Archeologia 2010 sono a ingresso libero.

Share Button