Archivio della categoria: teatro

IL Terzo Federico dei Musici e Cantori “Bel Castello”

Share Button

Agli inizi di giugno è andata in scena al Teatro Colombo di Valdottavo (Borgo a Mozzano, Lucca) la prima rappresentazione del Maggio IL TERZO FEDERICO con testo di Giuseppe Pasciuti della Compagnia “Bel Castello” fondata nel 1996 da Pietro Lino Grandi e Ivanna Taddeucci. Si tratta di uno spettacolo insolito e originale che si propone di trasmettere in una nuova veste teatrale la tradizione dei “Maggi” ispirati nel passato ai testi omerici, alle Sacre Scritture e ai poemi dell’Ariosto o del Tasso e cantati durante il periodo primaverile. A Valdottavo, nella Valle di Lima fino a Buti (Pisa) “il Maggio” era fatto in teatro, a differenza di altre località dove avveniva all’aperto.   Tali componimenti di ispirazione cavalleresca erano intesi a celebrare la vittoria della luce sulle tenebre, del bene sul male, che si manifesta nella ciclicità del risveglio della natura. In tal caso l’idea accolta da Giuseppe Pasciuti di ispirarsi ai racconti del sacro Graal, ai poemi della tavola rotonda e alle varie leggende e profezie legate a tale ciclo letterario con la stesura integrale del Maggio “Il terzo federico” apre la stagione di un nuovo filone di ispirazione e di raffigurazione del Maggio. Nel video, qui di seguito allegato, è possibile avere un assaggio “visivo” dello spettacolo, ben curato nelle scene e nei costumi, che dal vivo comprende pure due laudi, diverse rispetto all’andamento musicale ripetitivo del Maggio, realizzate con un buzouki irlandese. Inoltre si può leggere il testo di Giuseppe Pasciuti nell’edizione 2011 curata dal Centro Tradizioni Popolari della Provincia di Lucca (Quaderno n. 143). Le prossime date dello spettacolo “Il terzo Federico”, che si terrà stavolta all’aperto, sono il 10 luglio, ore 16,00 al Castello di Nozzano (Lucca) e il 17 luglio a Guzzanello (Lu) (nell’ambito della VIII Rassegna in ricordo di Aldo Nicoletti). A tale manifestazione oltre ai Musici e Cantori “Bel Castello” partecipano anche due poeti estemporanei (cantori all’VIII rima) Emilio Meliani da Pisa e Marco Betti da Arezzo, protagonisti di un genere artistico da salvaguardare e tramandare. La promozione del Maggio è a cura della Parentesi della scrittura sui propri spazi web. Per ulteriori notizie sul genere del Maggio nella Media e Alta Valle del Serchio ascolta http://cantodelmaggio.info/presentazione .mp3

Share Button

Simposio con Giuliano Scabia e i personaggi di Nane Oca

Share Button

simposio_personaggiSerata particolare organizzata dalla Libreria Punto Einaudi di Firenze nell’ambito della rassegna “le parole e l’autore” il 16 giugno alle ore 21.30 . E’ occasione per chiunque di avvicinare nella realtà di una sera d’estate i personaggi della saga di Nane Oca, scritta da Giuliano Scabia. L’Autore infatti, davanti e dentro la libreria di Via Guelfa 22a rosso inviterà molti dei suoi personaggi a veglia e saranno numerosi conoscenti e sconosciuti a impersonarli. Ci saranno artisti, musicisti, critici d’arte, librai intorno al poeta e drammaturgo che ha pubblicato con Einaudi oltre a Nane Oca (1992), Le foreste sorelle (2005) e Nane Oca rivelato (2009) numerose opere di narrativa e poesia. Durante la serata Giuliano Scabia parlerà coi personaggi lodando le loro avventure, e tutti ascolteranno qualche musica meravigliosa e qualche canto di poesie del farmacista di Casalserugo alla luna, o dell’Uomo Selvatico per suor Gabriella, o di Guido il Puliero per l’amata Rosalinda. Ci saranno anche torte fatte in casa e un gran dolce di cioccolato a forma di regno di Zio Ade, ideato dai maestri cioccolatai de La Molina (col loro designer Riccardo Fattori), con dentro Zio Ade, suor Gabriella e il calesse del rapimento coi cavalli secondo la descrizione che si trova nel libro  Le foreste sorelle  e se le cose andranno per il loro verso, è possibile che l’Autore ad un certo punto offra a tutti, personaggi e non, il magico elisir dell’immortalità.   L’Associazione La parentesi della scrittura è impegnata nell’organizzazione dell’evento e nella promozione dell’intera rassegna letteraria in corso presso la Libreria Punto Einaudi di Firenze fino alla fine di luglio, con ripresa a settembre.

giuliano_scabiaGiuliano Scabia è uno dei pochi, forse l’unico scrittore mitico in circolazione (Belpoliti), protagonista di alcune tra le esperienze più vive e visionarie degli ultimi anni (Celati), che con le azioni a partecipazione nei quartieri, nelle scuole, nei paesi, nei manicomi ha segnato una svolta radicale nel modo di praticare il teatro e la scrittura nel tessuto della collettività. Fra i suoi libri: poesia: Padrone & Servo, Il poeta albero, Opera della notte, Il tremito; teatro: All’improvviso & Zip, Commedia armoniosa del cielo e dell’inferno, Teatro nello spazio degli scontri, Il Gorilla Quadrumàno (scrittura collettiva), Fantastica visione, Il Diavolo e il suo Angelo, Teatro con bosco e animali, L’insurrezione dei semi; romanzi: In capo al mondo, Lettere a un lupo, Lorenzo e Cecilia e la trilogia composta da Nane Oca, Le foreste sorelle, Nane Oca rivelato, alla quale ha lavorato negli ultimi 25 anni. Ha ricevuto, fra l’altro, il premio Pirandello, il premio Ubu e, per Nane Oca, il prestigioso premio Brunacci. Per trent’anni ha insegnato Drammaturgia al Dams di Bologna

Share Button

le parole e l’autore a Firenze con nuovi incontri

Share Button

incontri_2011Alla Libreria Punti Einaudi di Firenze, in Via Guelfa 22/a rosso il programma si arricchisce con nuovi appuntamenti all’insegna della varietà e dell’originalità. La rassegna “le parole e l’autore” alla sua prima edizione, in corso dagli inizi di maggio 2011, ha già ospitato diversi scrittori noti e meno noti del panorama italiano con opere di diverso genere e stile. Presenti la narrativa con romanzi e novelle, la poesia, il saggio e la letteratura fantascientifica con il genere cyberpunk. E’ ora la volta della letteratura teatrale e del romanzo storico.  I prossimi appuntamenti sono mercoledì 8 giugno alle ore 17,00 con due volumi Punti di Vista e Tralci falciati di Gloria Italiano (Edizioni Helicon) con l’intervento del Prof. Rodolfo Tommasi, noto musicologo e critico letterario; a seguire, giovedì 9 giugno alle ore 17,30 con il libro carlo_piaggia“Carlo Piaggia. L’Africa nel cuore” di Marco C.Mezzetti (editore Mauro Baroni), sulle vicende dell’esploratore lucchese del XIX secolo in Sudan, con la partecipazione del Prof. Giulio Barsanti e la Dr. Monica Zavattaro, studiosi dell’Università di Firenze, esperti di etnografia e storia dei viaggi e delle esplorazioni. Saranno presenti agli appuntamenti gli Autori e l’associazione “La parentesi della Scrittura”, che promuove l’iniziativa, al termine degli incontri, farà dei piccoli omaggi editoriali ai partecipanti potenziali lettori.  Venite numerosi all’insegna della “penna fra le ali” che ci raccoglie intorno all’ideale di una cultura viva, sentita, per un futuro migliore.

tralci_falciantiBreve biografia di Gloria Italiano: Già docente di Linguistica inglese (Università di Firenze, Facoltà di Economia) e docente di traduzione simultanea e consecutiva alla Scuola Superiore per Interpreti di Firenze. Oltre a numerose traduzioni, da Santa Teresa d’Avila di Giorgio Papasogli in lingua inglese, ad All’Ombra di Firenze, testo di storia economica di Judith Brown (Oxford University Press, 1987) in lingua italiana; del 2007 è la sua traduzione in inglese di Le Avventure di Pinocchio con testo integrale a fronte, Spring Edizioni di Caserta. Ha pubblicato vari studi sul campo della teoria della traduzione, della linguistica comparata ed applicata. Il suo volume del 1999 con ristampa nel 2000: Parole a buon rendere ovvero l’invasione dei termini anglo-italiani (Fiesole, Edizioni Cadmo) è risultato primo classificato nella Sezione saggistica del “Premio Letterario Nazionale La Fonte” – Città di Caserta nel 2000. Nel 2010 per le Edizioni Helicon escono l’opera teatrale in tre parti Tralci falciati e il libro di novelle Punti di vista.

Breve biografia di Marco C.Mezzetti: Laureato in Scienze Biologiche con Dottorato di Ricerca in Scienze del Comportamento animale, ha rivolto costante interesse anche al suo iniziale amore per le Scienze Umane, in particolare per l’Antropologia e l’Etnologia. E’ autore di vari articoli sia specialistici che divulgativi di Zoologia e di Storia della Scienza. Ha collaborato di recente con la Rivista Nuova Secondaria Ed. La Scuola-Brescia per la didattica delle Scienze della Terra. E’ socio fondatore dell’Associazione La Parentesi della Scrittura. Il romanzo Carlo Piaggia. L’Africa nel cuore. rappresenta il suo esordio in un ambito più propriamente letterario, sebbene ancora legato alle discipline oggetto dei suoi studi e nasce dalla sua ammirazione per Carlo Piaggia (Badia di Cantignano, Capannori-Lucca 14 giugno 1827 – Karkoj Sennar 17 gennaio 1882) una figura poco conosciuta nel panorama delle grandi esplorazioni e delle scoperte del XIX secolo. Vedi il video su Carlo Piaggia realizzato dall’Autore e da Tiziana Fratini http://naturaciak.blogspot.com/

Share Button