Archivio della categoria: fotografia

La civiltà nuragica in mostra a Villanova Tulo

Share Button

civita_nuragicaPresso il Centro Sociale del Comune di Villanova Tulo (Cagliari) mercoledì 15 giugno alle ore 18,00 viene inaugurata l’importante mostra fotografica “Il Nuraghe Adoni” curata da Franco Campus e Valentina Leonelli, sui risultati degli scavi e del restauro dei materiali provenenti dal complesso monumentale protostorico. La documentazione resa visibile al pubblico offre un’occasione speciale per rivisitare un capitolo della storia di una civiltà, che prende il nome dall’imponente edificio megalitico  che la caratterizza – il nuraghe – e che costituisce, con l’edificazione di oltre ottomila nuraghi, senza dubbio una delle manifestazioni dell’età del bronzo più elaborate del Mediterraneo occidentale. Circa la funzione di nuraghi è ormai respinta l’ipotesi che si tratti di fortezze. Fra i villaggi nuragici più importanti, oltre a quello Adoni, si segnalano quelli di Serra Orrios (Dorgali, Nuoro), di Palmavera (Alghero, Sassari), di Su Nuraxi (Barumini, Cagliari), di Genna Maria (Villanovaforru, Cagliari). Di Franco Campus e Valentina Leonelli esistono numerosi contributi scientifici sulla protostoria della Sardegna, in particolare, si evidenzia il poderoso e fondamentale lavoro “La tipologia della ceramica nuragica” (BetaGamma editrice) e il volume “Le Ceramiche nuragiche del Museo G.A.Sanna” di Sassari, pubblicati a cura del Ministero per i Beni e le attività culturali, Sopr. Archeologica per le province di Sassari e Nuoro. E’ possibile leggere dettagliate informazioni sul pluristratificato villaggio del nuraghe Adoni rispettivamente nei volumi “Terra e fuoco. Economia di sussistenza e organizzazione sociale nella Sardegna preistorica e protostorica: l’età nuragica” e “Sardegna nuragica. Analisi e interpretazione di nuovi contesti e produzioni” – Cronache di Archeologia 4 e 5 (2003-2006), curata dagli Autori della mostra insieme ad altri studiosi. Tra i lavori più recenti si segnalano ancora due volumi  “La vita nel Nuraghe Arrubiu” e “Il paesaggio nuragico sull’Altopiano di Pran’ e Muru”, a cura degli Autori della mostra e di altri studiosi, nella Collana ARRUBIU diretta da Fulvia Lo Schiavo, nn. 1/2008 e 3/2003. E’ possibile scaricare qui l’invito_mostra_Nuraghe_Adoni.pdf

Vedi notizie su http://www.sardegnacultura.it/j/v/253?s=20735&v=2&…

Share Button

Corsi di fotografia per i beni culturali

Share Button

corsi_fotografiaNuovi corsi di fotografia digitale applicata allo studio dei beni culturali sono organizzati a Roma dal Centro Studi Roma Europa e Mediterraneo Antico (REM) in collaborazione con Espera Libreria Archeologica e da Imago Romae. I corsi previsti sono “Gestione del colore e flusso di lavoro nella fotografia digitale” (30 aprile-28 maggio 2011) e “Correzione delle aberrazioni ottiche, cromatiche e prospettiche nella fotografia digitale” (21 maggio-06 giugno 2011).
Gli interessati possono scaricare qui il depliant informativo Scientificità dell’immagine per i beni culturali
Per ulteriori notizie e prenotazioni: school@imagoromae.com oppure CENTRO STUDI REM: centrostudi.rem@gmail.com –  gianfranco.espera@gmail.com

Share Button

Immaginario 2011

Share Button

immaginario_2011Appuntamento con la fotografia d’autore  sabato 19 febbraio, ore 18,00   in occasione della vernissage della mostra “IMMAGINARIO 2011″ di Francesco Maria Testa  che ha luogo presso Immaginaria Arti Visive Gallery, in Via guelfa 2/ar a Firenze, in programma dopo l’altra serie di inquadrature esposte a Berlino presso la Walter Bischoff Galerie. Nel Calendario, originale catalogo dell’esposizione, di cui si promuove la copertina, si legge che “per Francesco Maria Testa la macchina fotografica è stata sempre uno strumento di lavoro ed una passione fin dal 1957. Il suo personalissimo modus operandi si è sviluppato intorno al traguardo di inquadrare e scattare la foto definitiva, con un solo scatto e senza elaborazioni di riquadratura o correzione a posteriori. Eppure a questo approccio, virtualmente realista, corrisponde la scelta di isolare il trascendente, la geometria che origina le cose, i significati isolati dalle forme […]” L’esposizione delle fotografie di Francesco Maria Testa a Firenze resta aperta fino al 20 marzo 2011. Per informazioni rivolgersi a galleriaimmaginaria@alice.it  Per un profilo sull’autore si rimanda al suo sito personale http://web.me.com/v.testa/FMT/Francesco_Maria.html  e alla pagina che gli ho dedicato in questo blog.

Share Button