De prospectiva pingendi di Piero della Francesca

Share Button

pingenti
Aboca Museum Edizioni, in collaborazione con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana e con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti, dell’Ordine degli Ingegneri e del Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Milano, presenta venerdì 15 aprile ore 18.00 presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana in Piazza Pio XI, 2  a Milano il facsimile del manoscritto De prospectiva pingendi di Piero della Francesca, illustre artista di Sansepolcro, nel quale sono tracciate le basi della nuova prospettiva geometrica rinascimentale. Nel trattato, composto verosimilmente tra il 1472 e il 1475, è proposta una serie di problemi di riduzione prospettica, dai più semplici ai più complessi, studiati in modo da introdurre gradatamente alla nuova tecnica con dimostrazioni pratiche.

L’Artista pone una serie di quesiti e risponde con la costruzione della prospettiva tramite disegni geometrici e illustrazioni. Il pregiato facsimile realizzato da Aboca Museum Edizioni, ripropone il trattato conservato nella Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia (Ms. Regg. A 41/2, XV secolo), con tutta la maestosità della nobile legatura e dei cento disegni autografi di Piero, elementi che costituiscono un valore aggiunto per quest’opera di notevole importanza storica, artistica e scientifica. Aboca Museum Edizioni conferma, con questa pubblicazione artistica la volontà di valorizzare la cultura storica del proprio territorio, la Valtiberina Toscana, affiancando l’interesse classico per le piante medicinali.

Scarica l’invito deprospettiva
Presentando questo coupon ti sarà consegnato in omaggio il libro: Luca Pacioli tra Leonardo e Piero della Francesca.
Info:
ufficiostampa@aboca.it

Share Button

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>