Archiviare i documenti prima della partenza

Share Button

Cari lettori queste settimane estive potrebbero esservi utili per riordinare la vostra documentazione quotidiana, prima della partenza o al ritorno dalle vacanze. Vi sintetizzo in una breve rassegna i tipi di documenti da conservare e i tempi di archiviazione obbligatori. Potreste utilizzare questo post come promemoria. Le bollette domestiche (acqua, gas, luce, telefono), la ricevuta d’affitto e delle spese condominiali, la tassa di circolazione (bollo auto) e le multe vanno conservate per 5 anni. Per quanto riguarda i tributi vari il tempo di archiviazione è di 5 anni a partire dall’anno successivo alla dichiarazione di riferimento. Tempo più lungo di conservazione (10 anni) per tassa sui rifiuti, estratti conto bancari, quietanze delle rate dei mutui, bollette del cellulare, canone TV. Tempi più brevi per fatture e cambiali (3 anni), ricevute di spedizionieri o trasportatori (1 anno), ricevute alberghi e pensioni (6 mesi). Solo gli Atti notarili vanno tenuti per sempre. Ma forse gran parte di queste informazioni sono già a vostra disposizione…

Share Button

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>