Gesù nell’arte e nel cinema

Share Button

gesu_filmIn concomitanza con l’ostensione della Sacra Sindone che si tiene a Torino dal 10 aprile al 23 maggio 2010, il Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale ha organizzato e promosso presso le Scuderie Juvarriane della Reggia la mostra internazionale “Gesù. Il corpo, il volto nell’arte” (a cura di Mons. Timothy Verdon, prof. Storia dell’Arte presso la Stanford University di Firenze)  inaugurata il primo aprile e visitabile fino al 1 agosto 2010. La mostra comprende oltre 180 opere tra dipinti, sculture, arazzi, affreschi staccati, miniature, suppellettili, oreficerie e paramenti sacri che spaziano dall’età paleocristiana al barocco, con una serie di autentici capolavori di Cerano, Correggio, Luca della Robbia, Giercino, Filippo Lippi, Lorenzo Lotto, Tintoretto e tanti altri. Tra le opere spiccano “L’imbalsamazione di Cristo” di Giovanni Bellini, “La Trinità con Cristo morto” di Ludovico Carracci, “Il sacrificio di Isacco” di Donatello, “Il Cristo risorto” di Rubens e lo splendido Crocifisso ligneo di Michelangelo proveniente dalla chiesa fiorentina di Santo Spirito, che compare nella locandina ufficiale dell’evento espositivo. Per i dettagli, la locandina ufficiale, le foto delle principali opere presenti in mostra consulta  www.lavenariareale.it  oppure clicca qui Capolavori in mostra-gesù nell’arte.pdf In parallelo a queste importanti iniziative, al Museo Nazionale del Cinema nella Mole Antonelliana, è presentata un’altra mostra dal titolo “Ecce Homo. L’immagine di Gesù nella storia del cinema”, con un’accurata selezione di fotografie, manifesti, riviste, libri, partiture e dischi, provenienti dalle collezioni del Museo e dagli archivi della Fondation Jérome Seydoux-Pathé e della Cinémathèque Francaise, che offre l’opportunità di una riflessione approfondita sulle varianti iconografiche che hanno caratterizzato la figura del Cristo non solo nell’arte ma anche nella storia del cinema. Nell’Aula del Tempio saranno messe a confronto le differenti rappresentazioni dei principali eventi della vita di Gesù, dalla Natività alla Resurrezione. La cancellata esterna della Mole presenterà invece una selezione cronologica dei film più significativi, dal cinema muto ai nostri giorni. Ma non è finita qui, la Consulta Regionale del Piemonte per i Beni Culturali Ecclesiastici nel panorama di queste manifestazioni, ha promosso anche una serie di iniziative stocio-culturali all’interno delle diverse diocesi piemontesi, a partire da una serie di visite nelle diciassette chiese del centro di Torino, agli itinerari del Sacro di Cuneo e a quello dei Cavalieri della Sindone di Susa. E’ possibile scaricare il prospetto delle iniziative della diocesi Il programma, come vedete è nutrito e ci invita a muoverci verso il Piemonte per i prossimi mesi della buona stagione alla scoperta dei nostri beni culturali non solo ecclesiastici.

Share Button

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>