In ricordo di Rodolfo Tommasi

Share Button

MAgiche_RIme_Arcane_cop copiaIn merito alla messa in scena dell’Opera “MAgiche RIme Arcane” (musica di Pietro Rigacci, libretto di Rodolfo Tommasi, ed. Fratini 2014) organizzata dall’Accademia Europea di Firenze nel cortile interno di Palazzo Pitti il 1 giugno 2014, così scriveva la giornalista e scrittrice Augusta Romoli:

Non troverò mai le parole appropriate per un capolavoro di un’opera nuova: libretto, musica e regia giustificano la “bellezza dell’Armonia”, uno spettacolo che non si potrà dimenticare, ma solo sperare di replicare in Italia, un singolare avvenimento del “Bello” dove i vari personaggi si snodano in un intreccio anche onirico di miti e di valenze esistenziali,  di atmosfere idialliache cinquecentesche e motivi inferi plasmati da fusioni armoniche…dalla poetica Tommasiana che ci riporta ad alcuni versi di Guido Cavalcanti, impersonato dall’Ombra dialogante con Armonia, ad Euridice ed Orfeo, a Prometeo, grande pietoso dell’Umanità, per concludere con un brioso ritmo che accompagna il balletto finale.

Un’opera che in un solo atto abbraccia una varietà di contenuti, tali per noi umani, stretti nella morsa di quella “crisi spirituale” che caratterizza il nostro tempo, e che ricolma il vaso, rimasto “vuoto” di Pandora, di SPERANZA.

Augusta Romoli

Share Button

Mirko Tondi, Top Secret nella memoria collettiva

Share Button

In copertina  opera "Eremita 2008"  di Resmi Al Kafaji

Top Secret. Diario di un ragazzo sulla Linea Gotica (Fratini Editore, Collana Remember, 2014) di Gian Piero Mezzetti contiene già nel titolo e nel sottotitolo due questioni fondamentali: la prima è un elemento di mistero racchiuso nel libro, mentre la seconda è in pratica il sunto della storia in poche parole. Giusto non svelare qui il mistero, ma per farlo vi basterà superare la piccola premessa di Marco Mezzetti (figlio dell’autore), che tuttavia piccola non è, giacché vi si spiega la funzione della scrittura in casi come questo: scrivere per ricordare, scrivere perché le persone possano leggere e non ripetere gli stessi errori nei quali è incappato il mondo prima di loro. Ci tiene, del resto, l’autore stesso a sottolineare l’esigenza di raccontare un lungo momento buio dell’umanità, oltre a quella di tramandare gli avvenimenti vissuti e di rievocare il passato ad anni di distanza. Ed ecco allora questo diario che parte dal 1943 in un’Italia sotto i bombardamenti alleati e in mezzo a fascisti arrabbiati, fascisti convinti e fascisti ciechi, persino negazionisti. Eppure c’è un gruppetto di amici che compie spensierate scorribande, e per esempio li vedi suonare i campanelli e scappare, qualche volta addirittura si mettono a rubarne i pulsanti. Oppure eccoli che passano pomeriggi al cinema o ancora vagano tra le campagne e il mare, con la scuola che salta e ormai ci si è fatta l’abitudine. Gli allarmi suonano, le polveri si innalzano, si vedono le macerie delle case, coi pavimenti frantumati e i vetri rotti, e poi le ferraglie dei binari; il tutto a formare un quadro deprimente, e invece i ragazzi sono ancora lì. Letteratura di una giovane resistenza non armata, semmai armata di coraggio e speranze. Ma c’è anche la paura, innegabile e più che mai umana. Il percorso dei fatti narrati comprende la destituzione di Mussolini nel giugno del ’43 («l’illusione della fine»), l’occupazione tedesca nell’autunno seguente, il vortice scuro della guerra, i messaggi in codice di Radio Londra, l’attentato a Hitler nel luglio del 1944 e la fortificazione della Linea Gotica, a cominciare da quello stesso agosto. Linea Gotica che attraversa gli Appennini e le Alpi Apuane, e passa anche da Valdottavo, paese della Lucchesia in cui si trova un ragazzo che ha appena finito la quinta ginnasiale. Attorno a lui, scene di distruzione e un popolo di accampati, di rifugiati, nei giorni in cui anche riuscire a fare un bagno poteva diventare un evento eccezionale.

Mezzetti ha il pregio di riuscire a far parlare i sensi mediante una scrittura evocativa e pulita, e allora sembra quasi di udire una straziante sinfonia di rumori, come la “musica” dei cannoni e il boato di un aereo che cade («È un urlo che ti penetra tutto, un urlo di preistorica bestia ferita a morte che raggiunge dei toni quasi assordanti»), oppure pare di sentire odori che penetrano le narici («E in questa vecchia casa, in queste vecchie stanze, aleggiava un odore da non dimenticare che era fatto di mele ammucchiate, di formaggio appena fatto messo ad asciugare in dispensa, di polvere antica, di mobili altrettanto vecchi, di fumo di caminetto»). È soprattutto attraverso l’olfatto che l’autore riesce a coinvolgere nella lettura con suggestioni romantiche («Avete mai sentito l’odore di frasche di castagno appena tagliate?») ed evidenti contrasti tra l’opera della natura e quella dell’uomo («L’aria era fresca, buona, odorosa di terra e di muschio; sembrava impossibile che qualcosa ci dovesse minacciare»). C’è spazio anche per passaggi più ironici e piacevoli digressioni sentimentali, come quella di un primo amore svanito nella guerra e raccontato con delicatezza. Verso la fine del libro i ricordi si confondono e tutto si fa più frammentato, col tempo che reclama i suoi anni e fa dimenticare nomi e altri dettagli per i quali ormai non c’è più posto. Particolarmente simbolico il capitolo sugli oggetti: smarriti, distrutti, razziati, nascosti, ritrovati, salvati, come i sogni delle persone durante la guerra. Tra i valori aggiunti del libro, gli inserti fotografici e la copertina (quest’ultima è opera dell’artista iracheno Resmi Al Kafaji). Scomparso nel maggio del 2009, Gian Piero Mezzetti ci regala, con il suo Top Secret, sincere pagine di testimonianza da custodire nell’archivio della memoria collettiva.

Recensione di Mirko Tondi

vedi anche qui

Share Button
salone del libro

Fratini Editore al Salone del Libro di Torino 2015

Share Button

E anche quest’anno il fatidico appuntamento con il Salone del Libro di Torino è arrivato. Per chi non lo sapesse, la manifestazione si terrà a Torino Lingotto da giovedì 14 a lunedì 18 maggio. Tutte le info su orari, programma e biglietti sul sito ufficiale della fiera.

Anche Fratini Editore parteciperà all’evento, ospite dello Stand ToscanaLibri.it/Regione Toscana, assieme a una cinquantina di realtà editoriali toscane. Per gli appassionati che vogliono farci visita, troveranno i libri della Fratini Editore allo Stand S28-T29, nel Padiglione 3.

Quali libri troverete esposti? Gli ultimi usciti della Fratini Editore, ovviamente:

Sfida al Canyon infernale, una bella raccolta di racconti inediti di Robert E. Howard (creatore, tra i tanti, di Conan il Barbaro e Solomone Kane), tradotti in Italia per la prima volta da Roberto Chiavini.

FORMAT. Crimine in diretta tv, l’adrenalinico thriller di Fabrizio de Sanctis, al suo esordio letterario.

Undicimila Settembre, del prolifico scrittore aretino Pierfrancesco Prosperi: un thriller di fantascienza ucronica con cui l’autore gioca con la storia, immaginando cosa sarebbe accaduto se…?

La Zanzara Clara e la Nebulosa di Krebs, splendida e educativa fiaba per bambini di Lorenza Negri, illustrata dalla disegnatrice russa Dinara Kamzina.

Lo staff Fratini Editore vi aspetta, quindi, allo Stand ToscanaLibri nei giorni di Sabato e Domenica, per salutare gli amici e incontrare lettori appassionati, scrittori e, chissà, futuri autori.

Ricordiamo anche che Sabato 16 maggio alle 17.00, proprio presso lo Stand S28-T29, si terrà la presentazione del thriller “FORMAT. Crimine in diretta tv”, di F. de Sanctis, alla presenza dell’autore e dell’editore. Tutti gli altri eventi dello stand Toscanalibri.it sono segnati qua.

Inoltre, per trovare più facilmente i nostri libri, Fratini Editore ha aderito a LibriCity, una comoda applicazione per Android e IOS, che permette agli utenti di trovare rapidamente i libri che stanno cercando. Basterà digitale il titolo ricercato per trovare il percorso per lo stand che li vende! Davvero molto pratico.

Cos’altro dirvi, se non “vi aspettiamo a Torino”?

Share Button
elegia_provinciale

Stefano Busellato recensisce Elegia Provinciale

Share Button

Elegia provinciale, di Giancarlo Micheli, recensito da Stefano Busellato.

«Stile significa un uomo solo circondato da miliardi di uomini»: lo scrisse Charles Bukowski in Portions of a Wine-stained Notebook, in Italia Azzeccare i cavalli vincenti (Feltrinelli, 2009). Nell’odierno contesto della produzione editoriale e letteraria, che pone in mostra innegabilmente una relazione di proporzionalità inversa tra il valore delle opere ed il loro successo commerciale, questo aforisma diviene perfetto per l’opera e la prassi di scrittura di Giancarlo Micheli, uno scrittore, lui, in mezzo a così tanti semplici scriventi. Se il romanzo d’esordio, Elegia provinciale (Baroni, 2007 ed oggi riproposto nei tipi dell’editore fiorentino Fratini), lasciò pensare che un’opera eccellente porti con sé la difficoltà di confermarsi con le successive, Micheli ha dato dimostrazione di essere una voce cui dover prestare attenzione con Indie occidentali (Campanotto, 2008) e La grazia sufficiente (id. 2010).

Quali, dunque, le caratteristiche di stile che contraddistinguono la prosa di questo autore e la fanno spiccare nell’attuale contesto letterario – vittima passiva o, di più, consenziente, delle patologie mediatiche vigenti? Nell’attuale temperie, inflazionata di antiromanzi e poverissima di scrittori autentici, il corpus di Micheli si presenta, invece, quale rifondazione del romanzo classico. Alcuni hanno paragonato il suo stile a quello di Gadda: io ritengo sia improprio; più semplicemente, ritrovo nelle sue pagine l’originaria forma manzoniana. Anche Elegia provinciale è un romanzo storico, che racconta la Storia maiuscola dando voce alle minuscole di umiliati ed offesi dostoevskiani, che in questo caso sono i personaggi dell’ambiente rurale ed umilissimo della Torre del Lago di inizio Novecento, dove il maestro Puccini attende alla composizione di Fanciulla del West e si prepara alla spettacolare e consacratoria messa in scena del Metropolitan di New York. Protagonista della vicenda non è infatti il musicista con i suoi celeberrimi fasti artistici conditi dalle piccanti, e non meno rinomate, sue intemperanze erotiche e sentimentali, bensì il tessuto della civiltà contadina che, sotto i colpi di una modernità di cui l’arte pucciniana è esponente, viene sradicata – siamo negli anni che precedettero la Grande Guerra – dai propri rapporti animici e sensoriali con i cicli della natura. I caratteri della lingua del narratore sono quelli di un periodare disteso, se non manzoniano, alla Mann, che obbliga il lettore a soffermarsi, a ponderare, a gustare. Le scelte lessicali vivono nell’estrema ricercatezza, non però come arcaismi, ma per mantenere in vita l’infinita ricchezza della lingua italiana.

Ora, poiché una lingua non solo è il sostrato del pensiero ma anche lo strumento che permette al pensiero di ampliarsi, approfondirsi, afferrare, ciò che si guadagna alla fine della lettura dei romanzi di Micheli è un accrescimento della facoltà percettiva e intellettiva. Non è un dono da disprezzare. Luigi Meneghello scrisse che «morendo una lingua non muoiono certe alternative per dire le cose, ma muoiono certe cose»: quanto più si impoverisce, ci impoveriamo di linguaggio, tanto più si impoverisce la nostra realtà. In ciò il lavoro di Micheli sulla forma romanzo non solo è utile, ma indispensabile. Riuscendo ad alternare registri distinti per dare voce ai vari personaggi, nella piena consapevolezza linguistica delle loro strutture psicologiche e delle loro specificità sociali, egli realizza quello che Francis Ponge, un altro virtuoso della lingua, diceva essere il segreto dello scrivere bene, vale a dire lo scoprire mondi in questo mondo, panorami di sentimenti e percezioni che altrimenti, senza l’alta letteratura, rimarrebbero perduti.

Si legge in uno dei capitoli centrali di Elegia provinciale: «Imbruniva la luce del pomeriggio di settembre. Si era levata da ponente la brezza vespertina, a scompigliare le scarne chiome dei tigli, scossi, come in ansia per il sentimento succhiato dalle radici profonde, nelle quali la terra presentiva il desiderio del prossimo freddo. Ogni contorta fibra legnosa si insinuava nelle tenebre, là-bas, nel crogiuolo dell’opera al nero, aniconica alchimia del nutrimento, ignorante della morte ma ad essa non ignota. Là-bas la natura delle cose, non vista, istruisce lo spirito all’impietoso décor del vero».

L’ormai comprovata abilità di Micheli nell’esser capace di aprire la ricchezza della realtà nel nostro vivere quotidiano frenetico e ovatatto, lo rende un autore di indubbio rilievo nello scenario contemporaneo, in attesa di un pubblico di buoni lettori, che riconoscono l’importanza della lettura rispetto al mero sfogliare.

Stefano Busellato pubblicata in: l’immaginazione (Anno trentunesimo, n. 285, gennaio-febbraio 2015)

ELEGIA PROVINCIALE

Elegia provinciale è un affresco, o meglio un dagherrotipo, che apre al lettore una finestra sulla vita di paese in Italia nel primo decennio del novecento e della quale rappresenta a tinte vive e oggettive i personaggi, i meccanismi ed i valori.

Le vicende hanno il loro perno nella vita del maestro Giacomo Puccini, di cui viene raccontato un luttuoso evento biografico, avvenuto nei pressi della sua casa a Torre del Lago. L’autore, in seno a uno scrupolo documentario che coinvolge parimenti la realtà storica, quella linguistica e sociale, fa rivivere con le sue pagine personaggi appartenenti alle più diverse realtà sociali, ognuno dei quali collocato con onestà verista, nel luogo linguistico e psicologico, a lui conveniente.

L’AUTORE

Giancarlo Micheli è nato a Viareggio nel 1967 e si dedica alla scrittura e alla letteratura da oltre vent’anni. Ha all’attivo tre romanzi dal forte contenuto culturale: Elegia provinciale (Mauro Barone Editore, 2007, poi ripubblicato da Fratini Editore nel 2013), Indie Occidentali (Campanotto, Udine 2008; premio internazionale “Nuove Lettere”, XXII edizione) e La grazia sufficiente (Campanotto, 2010).

Ha pubblicato, inoltre, le raccolte di versi Canto senza preghiera (Baroni, 2004), Nell’ombra della terra (Gabrieli, Roma 2008) e La quarta glaciazione (Campanotto, 2012). Suoi versi figurano nelle antologie L’ora d’aria dei cani (Baroni, 2003), Altramarea – poesia come cosa viva (Campanotto, 2006), Atti di Altramarea e Argonauti nel Golfo degli Dei (Arcipelago, Milano 2010), L’evoluzione delle forme poetiche (Kairós, Napoli 2013), e su alcune riviste letterarie: Poesia di Crocetti, Pagine, NLE, The Waters of Hermes, Isla negra, Il Convivio, Levure littéraire, La Urraka.

Suoi articoli e saggi sono comparsi sulle riviste Zeta, La Mosca di Milano, Il Convivio, Erba d’Arno e nei volumi Percy B. Shelley – Il cuore e l’ombra viva (Pezzini, Viareggio 2007) e Il Mito nel Novecento letterario (Limina Mentis, Monza 2012).

Share Button

Eventi della settimana: libri e arte a Firenze.

Share Button

Riprende “La valigetta della fantasia“, la rassegna culturale itinerante ideata da Tiziana Fratini, e questa settimana proporrà un appuntamento con la letteratura thriller e uno con l’arte.

Mercoledì 6 Maggio, alle ore 17.30, Fabrizio de Sanctis, scrittore fiorentino, presenterà al pubblico il suo romanzo d’esordio “FORMAT. Crimine in diretta tv“, un thriller adrenalinico ambientato proprio nella Firenze dei giorni nostri.

Ambientato nella Firenze contemporanea, il romanzo inizia con una misteriosa videocassetta ricevuta dall’emittente locale, Klem Tv, ponendo il direttore di fronte a un dilemma atroce, e prosegue mostrando i crimini commessi dall’assassino seriale Format in diretta televisiva, con la complicità forzata degli spettatori, in quello che va, di fatto, configurandosi come un macabro reality show. Il commissario Siciliano e la sua squadra sono costretti a una corsa contro il tempo per fermare gli omicidi che stanno terrorizzando Firenze, un’atmosfera inquietante in cui l’autore pone cruciali interrogativi sulla responsabilità dei telespettatori nell’esprimere o meno il proprio dissenso, in un’epoca in cui la spettacolarizzazione mediatica degli eventi ha superato il confine tra ciò che è reale e ciò che non lo è.

FORMAT. Crimine in diretta tv” verrà presentato mercoledì 6 maggio alle 17.30 allo Spazio Glicine c/o La Fotocopia, in Via San Gallo 2r, in centro a Firenze.

Locandina Format-page-001Sabato 9 maggio invece sarà il turno dell’arte a fare padrone, con l’inaugurazione della mostra di Fernando Cucci presso la Libreria Fratini, in Via degli Alfani 4r. L’evento, che inizierà alle 17.30, sarà l’occasione per presentare “Diario di Viaggio“, il volume monografico dedicato all’artista pugliese che ne ripercorre la carriera.

Locandina Cucci

Sia “FORMAT. Crimine in diretta tv” che “Diario di Viaggio” sono disponibili per l’acquisto presso la Libreria Fratini, nelle librerie che ne fanno richiesta, sul sito della casa editrice e sul portale webster.it.

 

Share Button

Notte bianca alla Libreria Fratini

Share Button

FRATINI EDITORE presenta
Rassegna “La valigetta della fantasia”
NOTTE BIANCA ALLA LIBRERIA FRATINI

Inaugurazione della mostra di Debora Bertolacci
Incontro con gli autori della Fratini Editore
Musica dal vivo con Flav Martin

INGRESSO LIBERO

Alcune copertine dei libri di Fratini Editore

Giovedì 30 Aprile, dalle ore 18.00
Libreria Fratini Editore

In occasione della Notte Bianca, Fratini Editore apre le porte della sua libreria a una serie di eventi culturali, nella reciprocità delle forme artistiche che la casa editrice persegue con convinzione. Musica, arte e letteratura si fonderanno in una serata conviviale aperta al pubblico.

Alle 18.00, presso i locali della casa editrice sarà inaugurata la mostra di disegni a grafite di Debora Bertolacci, giovane e talentuosa artista lucchese. Alle 21.00 inizieranno gli incontri con gli autori della Fratini Editore, che presenteranno i loro libri e racconteranno le loro esperienze letterarie. Seguirà, dalle 23.00, musica dal vivo con Flav Martin, il celebre compositore americano, fino a notte inoltrata.

Debora Bertolacci

Debora Bertolacci

Flav Martin

Flav Martin

Nel corso della serata saranno distribuiti omaggi a sorpresa a chi acquisterà un solo libro della casa editrice. Sarà inoltre possibile ricevere la tessera del NookBookClub Fratini, che consentirà ai fedelissimi lettori sconti e promozioni sui libri acquistati.

La serata si svolgerà presso i locali della casa editrice, in Via degli Alfani 4/r a Firenze, ed è a ingresso libero.

Tutti i libri della Fratini Editore sono disponibili per l’acquisto presso la libreria Fratini, presso le librerie fiduciarie e comodamente online, sul sito internet della casa editrice e sul portale www.webster.it.

LA CASA EDITRICE

Fratini Editore è una casa editrice indipendente, nata a Firenze nel luglio 2012, dalla volontà dell’editrice Tiziana Fratini di recuperare la vera natura del libro, proponendo una letteratura di ricerca. Nelle sue molteplici collane, spazia tra generi diversi, proponendo sia autori emergenti, che già affermati, strizzando un occhio alla traduzione dall’estero di inediti finora non valorizzati. Particolarità della casa editrice è l’attenzione che riserva alle copertine dei libri, affidate ad artisti contemporanei in qualità di privilegiati illustratori, per rendere il libro, nella sua accezione più alta, un manufatto di pregio. Tutti i libri sono disponibili sia in formato cartaceo che elettronico.

Per informazioni:
UFFICIO STAMPA FRATINI EDITORE
Via degli Alfani 4/R, 50121 Firenze
Tel (+39)055/2466222 (nel pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30)
ufficiostampafratini@gmail.com
www.fratinieditore.it
https://www.facebook.com/fratinieditore
https://twitter.com/FRATINIeditore

Share Button

ContestCULTURA – Regolamento

Share Button

ContestCULTURA

contest CULTURAIn occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, Fratini Editore lancia un contest fotografico a tema culturale aperto a tutti, da 18 anni in su. Il contest si concluderà alla mezzanotte di Sabato 5 Settembre 2015.

La partecipazione al concorso è gratuita.

Per partecipare, ciascun concorrente dovrà:

1) Essere fan della pagina Facebook della Fratini Editore  o in caso di mancata registrazione su Facebook essere iscritto alla newsletter del sito ufficiale della casa editrice.

2) Inviare alla redazione un selfie (autoscatto) scattato con un libro della Fratini Editore insieme ad una seconda fotografia che mostri la propria idea di CULTURA. Idea che può scaturire da paesaggi, oggetti, soggetti, qualunque cosa stimoli la creatività e susciti l’emozione di chi interagisca con essa.

Il materiale dovrà pervenire entro la mezzanotte di Sabato 5 Settembre 2015 alla redazione della Fratini Editore, in un’unica mail con oggetto: ContestCULTURA, e con allegati le due fotografie (selfie con libro Fratini + foto Cultura), i dati anagrafici e di contatto del partecipante. Indicare inoltre se si è fan della pagina FB della casa editrice oppure la mail di iscrizione alla newsletter.

L’indirizzo email cui inviare il materiale è ufficiostampafratini@gmail.com

Le fotografie dovranno essere ad alta risoluzione, in formato JPEG e avere un titolo specifico e il nome dell’autore. Esempio: Oltrelenuvole_MarioRossi.

Tra tutte le fotografie pervenute a tema Cultura, la giuria sceglierà, a suo imprescindibile giudizio le tre migliori.

Premi:
Il terzo classificato riceverà un ebook, titolo a scelta del vincitore dal catalogo della Fratini Editore.
Il secondo classificato riceverà un libro cartaceo, titolo a scelta del vincitore, dal catalogo della Fratini Editore.
Il primo classificato vedrà la sua fotografia pubblicata sulla copertina di un libro della Fratini Editore.

Giuria:
Alessio Del Debbio, scrittore young adults, presidente della giuria e ideatore del contest
Mirko Tondi, giornalista e scrittore fiorentino
Marco Anastagi, grafico editoriale
Nicola Fanini, fotografo e videomaker
Tiziana Fratini, editore

Premiazione:
La proclamazione dei vincitori avverrà tramite comunicazione email e la premiazione si svolgerà Domenica 14 Giugno 2015, ore 18.00 durante la serata conclusiva della rassegna “La valigetta della fantasia” di Tiziana Fratini, presso i locali del ristorante “La Pentola dell’oro”, in Via di Mezzo, 24 ang. via dei Pepi a Firenze.

ATTENZIONE: LA SCADENZA E’ STATA SPOSTA A SETTEMBRE. Per cui anche la premiazione si svolgerà a Settembre in un evento culturale organizzato dalla Fratini Editore.

Tutto il materiale inviato non sarà restituito.

Per informazioni, contattare la redazione di Fratini Editore.
Email: ufficiostampafratini@gmail.com
Telefono: 055/2466222 (dal martedì al venerdì dalle 16.30 alle 19.30)
http://www.fratinieditore.it
http://www.facebook.com/FratiniEditore

Share Button
La valigetta logo

La valigetta della fantasia. I ed. 2015

Share Button

Con l’arrivo della Primavera la FRATINI editore inaugura un programma di appuntamenti con i libri, l’arte e la musica all’insegna della creatività e dello spirito conviviale che già caratterizzano l’attività di redazione, di sensibilizzazione alla lettura e di ricerca e sviluppo delle idee messe in atto dalla casa editrice presso la sua sede ufficiale. Gli appuntamenti previsti nei mesi di Aprile, Maggio e Giugno avranno seguito a cura di Tiziana Fratini in collaborazione con luoghi di grande fermento culturale presenti nella città di Firenze o fuori dai confini urbani. L’idea è quella di raccogliere all’interno di “una valigetta della fantasia” le esperienze e le istanze di chi è alla ricerca di uno spazio alternativo e fuori dalle consuete dinamiche di promozione e interazione culturale, con cui confrontarsi a vario titolo. E’ occasione per un libro, un autore o un artista di venire allo scoperto per farsi conoscere e apprezzare. La I edizione 2015 di questa rassegna sarà ospitata a Firenze presso lo Spazio Glicine di Via San Gallo 2/r, l’Osteria storica La Pentola dell’oro in Via di Mezzo, 24 ang. via dei Pepi, il Teatro dell’Ozio in Via Dante Alighieri 18r, Caffellatte in Via degli Alfani 39/r e la stessa Libreria Fratini in Via degli Alfani 4/r; a Pistoia presso la Libreria Guidoni e infine nella provincia di Lucca, nel Teatro liberty Colombo di Valdottavo. E’ possibile essere aggiornati sul programma tramite il sito ufficiale della casa editrice www.fratinieditore.it e i vari social networks collegati.

PROGRAMMA “LA VALIGETTA DELLA FANTASIA” APRILE 2015

GIOVEDI 9 APRILE, ore 21.00: presso Spazio Glicine c/o La Fotocopia, Via San Gallo 2r, Firenze.
Presentazione di UNDICIMILA SETTEMBRE, di Pierfrancesco Prosperi, Fratini Editore.
Genere: romanzo di fantascienza ucronica.
Interviene Marco Mezzetti.
Proiezione del booktrailer prodotto da Fratini editore.

SABATO 11 APRILE, ore 16.30: presso Teatro Colombo a Valdottavo (LU), Piazza Tricolore 30.
Presentazione di TOP SECRET. Diario di un ragazzo sulla Linea Gotica, di Gian Piero Mezzetti, Fratini Editore.
Genere: narrativa storica / memorialistica.
Intervengono Marco Mezzetti, curatore della collana Remember, e Patrizio Andreuccetti, sindaco di Borgo a Mozzano.

MARTEDI’ 14 APRILE, ore 19.00: presso Teatro dell’Ozio, Via Dante Alighieri 18r, Firenze.
Presentazione di LA SAGGEZZA DEL MARABU’, di Pietro Calabretta, Fratini Editore.
Genere: narrativa.
Intervengono Marco Mezzetti e il critico Rodolfo Tommasi.

MERCOLEDI’ 15 APRILE, ore 18.00: presso Spazio Glicine c/o La Fotocopia, Via San Gallo 2r, Firenze.
Presentazione di METAFORE DEL TEMPO, di Menotti Galeotti, Fratini Editore.
Genere: poesia.
Interviene il critico Rodolfo Tommasi.
Proiezione del booktrailer prodotto da Fratini editore

VENERDI’ 17 APRILE, ore 19.00: presso Spazio Glicine c/o La Fotocopia, Via San Gallo 2r, Firenze.
Presentazione di: GENERAZIONE TENAX. Firenze, una notte fa, di Daniele Locchi, Florence Press di Firenze Spettacolo.
Genere: narrativa pop.
Conduce Dulcinea Annamaria Pecoraro (Direttore di Deliri Progressivi).
Intervengono Leonardo Tozzi (Editore Direttore di Firenze Spettacolo), Gimmy Tranquillo (velista rock’n’roll e architetto radiofonico), Giacomo Aloigi (scrittore).
PhotoSlide Exhibition by Stefano Cantini
Live Music by Michele Vitulli with his Chapman Stick

MERCOLEDI’ 22 APRILE, ore 21.00: presso antica bottega Caffellatte, Via degli Alfani 39, Firenze.
Presentazione di PROVVISTA D’AZZURRO, di Gabriella Campini, Fratini Editore.
Genere: poesia.
Intervengono Tiziana Fratini, editore, e Rodolfo Tommasi, critico.

GIOVEDI’ 23 APRILE, ore 21.00: presso Spazio Glicine c/o La Fotocopia, Via San Gallo 2r, Firenze.
Presentazione di LA BAMBINA E IL BUIO, di Claudio Barrella, Fratini Editore.
Genere: giallo/noir.
Interviene Marco Mezzetti.

GIOVEDI’ 30 APRILE, dalle ore 19.00, in occasione della Notte Bianca di Firenze, presso Libreria Fratini, Via degli Alfani 4/r, Firenze.
Presentazione di CARLO PIAGGIA. L’Africa nel cuore, di Marco Mezzetti, Fratini Editore.
Genere: narrativa storica / biografia.
Interviene Marco Mezzetti.
Proiezione del booktrailer realizzato da Fratini Editore.
Sorprese e omaggi editoriali per i partecipanti.

LA CASA EDITRICE

Fratini Editore è una casa editrice indipendente, nata a Firenze nel luglio 2012, dalla volontà dell’editrice Tiziana Fratini di recuperare la vera natura del libro, proponendo una letteratura di ricerca. Nelle sue molteplici collane, spazia tra generi diversi, proponendo sia autori emergenti, che già affermati, strizzando un occhio alla traduzione dall’estero di inediti finora non valorizzati. Particolarità della casa editrice è l’attenzione che riserva alle copertine dei libri, affidate ad artisti contemporanei in qualità di privilegiati illustratori, per rendere il libro, nella sua accezione più alta, un manufatto di pregio. Tutti i libri sono disponibili sia in formato cartaceo che elettronico.

Per informazioni:
UFFICIO STAMPA FRATINI EDITORE
Via degli Alfani 4/R, 50121 Firenze
Tel (+39)055/2466222
ufficiostampafratini@gmail.com
www.fratinieditore.it
https://www.facebook.com/fratinieditore
https://twitter.com/FRATINIeditore

Share Button

I libri della Fratini Editore su Goodreads

Share Button

FRATINI EDITORE SU GOODREADS

goodreads

Goodreads è un social network per gli amanti dei libri e della letteratura, sul modello di Anobii, creato nel dicembre 2006 dallo sviluppatore di software e imprenditore americano Otis Chandler. Nel 2013 è stato acquistato da Amazon.com.

Registrandosi al sito http://www.goodreads.com ogni utente può creare il proprio profilo, iniziando a scoprire i contenuti del portale. È possibile creare il proprio scaffale di libri (inserendo i titoli scelti tra i preferiti), votare e commentare le varie opere, lasciando delle recensioni.

Qualora il titolo cercato non sia presente nel catalogo di Goodreads, è possibile aggiungerlo, inserendo i dati del libro (titolo, autore, editore, Isbn, copertina e descrizione dell’opera). Anche i titoli della Fratini Editore sono presenti su Goodreads, di modo che gli utenti possano scoprirli, votarli e, perché no, lasciare un commento.

Ecco lo scaffale Fratini Editore:

Carlo Piaggia. L’Africa nel cuore: https://www.goodreads.com/book/show/25105348-carlo-piaggia-l-africa-nel-cuore
Caronte in cassa integrazione: https://www.goodreads.com/book/show/25162116-caronte-in-cassa-integrazione
Casale africano: https://www.goodreads.com/book/show/25105163-casale-africano
Elegia provinciale: https://www.goodreads.com/book/show/25105153-elegia-provinciale
FORMAT. Crimine in diretta tv: https://www.goodreads.com/book/show/25105307-format-crimine-in-diretta-tv
Keep an Ear on: https://www.goodreads.com/book/show/25105430-keep-an-ear-on
La bambina e il buio: https://www.goodreads.com/book/show/23149730-la-bambina-e-il-buio
La saggezza del Marabù: https://www.goodreads.com/book/show/25105128-saggezza-del-marab-la
La zanzara Clara e la Nebulosa di Krebs: https://www.goodreads.com/book/show/25105502-la-zanzara-clara-e-la-nebulosa-di-krebs
Magiche rime arcane: https://www.goodreads.com/book/show/25105446-magiche-rime-arcane
Metafore del tempo: https://www.goodreads.com/book/show/25105421-metafore-del-tempo
Provvista d’azzurro: https://www.goodreads.com/book/show/25105412-provvista-d-azzurro
Sfida al canyon infernale: https://www.goodreads.com/book/show/25105338-sfida-al-canyon-infernale
Sognocieli: https://www.goodreads.com/book/show/25105394-sognocieli
Sotto il pentagramma: https://www.goodreads.com/book/show/25105427-sotto-il-pentagramma
TOP SECRET. Diario di un ragazzo sulla Linea Gotica: https://www.goodreads.com/book/show/25105360-top-secret-diario-di-un-ragazzo-sulla-linea-gotica
Undicimila Settembre: https://www.goodreads.com/book/show/25105176-undicimila-settembre
Voce Nova: https://www.goodreads.com/book/show/25105396-voce-nova
Volo su Titano: https://www.goodreads.com/book/show/25105330-volo-su-titano

Share Button
laboratorio

Seminario di storia comparata delle letterature e Laboratorio per ragazzi

Share Button

L’offerta formativa della Fratini Editore si amplia con il lancio di ben due nuovi appuntamenti culturali, rivolti agli appassionati di letteratura (non soltanto italiana) e ai giovani lettori.

Per gli adulti, a marzo prenderà il via un interessante seminario di storia comparata delle letterature europee (I Ciclo): LE ARTI LIBERALI NEL TEMPO DELLE AVANGUARDIE, dall’Ancien Regime al secolo breve. Il termine per le iscrizioni è il 10 Marzo, ma potrebbe slittare in caso non venga raggiunto il numero minimo di partecipanti al corso.

Il seminario, tenuto dallo scrittore Giancarlo Micheli (già autore del romanzo “Elegia provinciale” per Fratini Editore), è rivolto a tutti coloro che hanno uno spiccato interesse per la cultura letteraria e desiderano approfondire particolari temi legati ad un determinato periodo storico. I partecipanti avranno la possibilità di proporre idee che in merito all’argomento trattato potranno confluire in un progetto editoriale specifico, nell’ambito del quale saranno riconosciuti gli eventuali diritti autoriali. Il corso prevede un incontro settimanale (in un giorno da stabilire, indicativamente a metà settimana) nel primo pomeriggio.

La quota di partecipazione è di Euro 150,00 a persona (iva inclusa), che dovrà essere corrisposta metà anticipatamente, come caparra, l’altra metà all’avvio del corso. Le iscrizioni sono aperte fino al 10 marzo 2015 tramite mail alla redazione indicando: dati anagrafici, C.F., recapiti, interessi culturali, e allegando ricevuta di bonifico bancario del 50% dell’intera quota. Chiedere IBAN alla redazione. Nel caso di mancato avvio del corso per limitate adesioni la caparra verrà restituita.

Questo il programma nel dettaglio:
MODULO 1: Estetizzazione della politica e sovversioni dei canoni estetici
1) L’arte come religione
Richard Wagner e l’opera d’arte totale; Georg Buchner, l’espressione dell’impossibilità; Edward Bulwer-Lytton, narrazione e pseudoscienza, ovvero l’effimera ma tenace essenza del positivismo; Nikolaj Leskov e Fëdor Dostoevskij, cronaca privata ed immaginario collettivo
2) La trasvalutazione dei valori espressivi
Friedrich Nietzsche e Isidore Ducasse, la letteratura al di là della Comune di Parigi
3) Il decadentismo come criterio di adeguatezza alla realtà
Ibsen, Huysmans e D’Annunzio: i soggettivi abissi dei generi letterari traditi
4) Il saggio tirtaico e l’infarto spettacolare del leggero cuore d’Europa
Émile Zola e la nascita dell’intellettuale; La Nouvelle Revue Française e La Voce

MODULO 2: Per una storia delle avanguardie letterarie
1) Marinetti, l’ideale reazionario
I pubblici agenti dello Stato totalitario e le loro persistenti contumacie nelle patrie culture
2) Il futurismo in Russia: autoreferenzialità ed autocritica
Le origini contemporanee del dispotismo intellettuale: “Letteratura e rivoluzione” di Lev Trotsky; l’etica ritrovata: le vite perdute di Velimir Chlebnikov e Vladimir Majakovskij, ovvero dell’immortalità
3) Dadaismo e diserzione
I privilegi del sogno: Tristan Tzara e l’estremismo apolide agli albori della carneficina taylorista; il processo in effigie a Maurice Barrès
4) Il surrealismo: la lettera rovesciata
Il veggente: la solvibilità del presente rispetto ai debiti della tradizione consolidata, ovvero pane e rose, amore e rivoluzione.

Per i giovani lettori, a cui Fratini Editore dedica sempre un occhio di riguardo, consapevole dell’importanza di un’adeguata formazione culturale, è in partenza un progetto interessante, gratuito e, a nostro parere, decisamente stimolante: un laboratorio di Lettura e Invenzione, rivolto ai ragazzi delle scuole medie (fascia 11/14 anni).

Trattasi di un corso strutturato in incontri settimanali che si terranno il Martedì pomeriggio, dalle 15.30 alle 16.30, presso la Libreria/Redazione Fratini Editore, in Via degli Alfani, per stimolare la creatività e la fantasia dei giovani lettori. Il laboratorio è rivolto a tutti i ragazzi che vogliono rubare qualche ora allo sport, al computer, ai videogiochi, alla TV e scoprire il segreto nel libro “X”! Professore del corso sarà lo scrittore Francesco Torchia, autore di alcuni racconti per ragazzi (tra cui “I sette volti della pietra“) e ideatore della Collana di narrativa per la FRATINI junior “BacoNero” di imminente inaugurazione.

Durante il laboratorio verranno letti racconti di Edgar Allan Poe, Robert Luis Stevenson, Julio Florencio Cortazar, Jorge Luis Borge e il libro “X” dell’autore “X”. Se durante gli incontri si riuscirà ad elaborare una storia originale la Fratini editore pubblicherà il testo nella sua nuova collana BacoNero per ragazzi dagli 11 ai 15 anni.

Il costo del laboratorio è di 10 euro al mese.

Le iscrizioni sono aperte fino al 10 marzo 2015, ma chiuderanno al raggiungimento di 20 iscritti. Il laboratorio inizierà Martedì 17 marzo.

Contattare la redazione per ulteriori informazioni.

Share Button